Francesco Sciuti: Che sorpresa!

Lo ammetto su di lui mi sono sbagliato

Sono passati due anni da quando lo conosco e
oggi faccio il mea culpa su di lui: mi sono sbagliato!

Pensavate che l'articolo del giorno trattasse del risultato elettorale? No, non infrango le regole!

Oggi parliamo di una persona tanto speciale quanto imprevista.
Come da titolo si chiama Francesco e conoscerlo è stata una vera rivelazione.

Per ovvie ragioni non svelo subito il perché di questa mia affermazione altrimenti l'articolo si chiuderebbe qui.

Un piccolo indizio...

Come dice lui stesso non si tratta di un orso bruno. 
L'immagine parla chiaro.
Lui, a differenza dell'orso bruno, ha gli occhiali!

Francesco è un collega: è un programmatore. 
Lui però è un freelance.
Vi chiederete quindi perché tanto mistero dietro a questa persona? Semplice, quando l'ho incontrato (quasi due anni fa) dopo appena dieci minuti pensavo di avergli fatto la radiografia...
Se fai parte di quel centinaio di lettori che mi segue, saprai che quando mi sbaglio su qualcosa faccio sempre il "mea culpa" (vedi caso Alitalia).
Beh, Francesco Sciuti fa parte di quei granchi presi nel corso della mia vita.
Sto divagando troppo e per ciò inizio subito con la prefazione.


Il programmatore degli anni novanta

Per comprendere appieno come ho fatto a sbagliarmi su Francesco Sciuti è necessario esaminare la figura del programmatore.
Se non spendiamo qualche parola su questo tema, è impossibile capire cosa mi ha portato sulla strada sbagliata.


Ho già parlato di programmatori in questo blog (l'articolo lo trovi qui); oggi vedremo però un profilo nuovo...

Iniziamo subito.

Ti è mai capitato di svegliarti la domenica e la prima voce che senti è quella del tuo amico che ti chiede aiuto?
Certo, per il nuovo computer che ha comprato: Non sa configurare l’accesso ad internet.
Ti è mai capitato di essere invitato a pranzo da quell’altro amico che ha il computer guasto?

Insomma, La solita manfrina.
Sei un programmatore? Beh, allora ti chiamo sicuramente per comprare il mio prossimo computer, mi farai compagnia al negozio quando lo dovrò acquistare!
Sei un programmatore? Beh, allora sai di certo come mai il mio processore va sempre a 100% anche quando non faccio nulla...
Sei un programmatore? E allora NON puoi NON sapere perché la parabola puntata verso nord-ovest non fa rimbalzare il segnale nel palazzo di fronte.
Sei un programmatore? Allora avrai sicuramente fatto quel programma per fare tredici alla schedina; altrimenti che programmatore saresti!

Persino tua figlia quando le si rompe la bambola viene da te e con una vocina nasale ti dice: “Papà, tu che sei un papà-tecnico puoi riparare la mia Jenny?
Ma quella è l’unica eccezione: lei è la luce dei tuoi occhi e quindi ripariamo subito la bambolina!
La gente ti vede come un potentissimo nerd dalle doti sovrannaturali.
Se tu volessi potresti entrare a sproteggere qualsiasi computer sul pianeta: NASA, CIA e FBI inclusa.
Insomma, sei quel supereroe dei film.
E sicuramente riesci a farlo guardando semplicemente il monitor: altro che 007!
Beh, se ti sei riconosciuto in almeno una di queste descrizioni ci siamo…

Se la tua vita include ancora oggi queste storielle so che tipo di programmatore sei: ancora un dilettante!

Dirai: e tutto questo che c'entra con Francesco? C'entra c'entra, fidati!

Sei un professionista?

Io ho risolto centinaia di problematiche ad amici, colleghi, vicini, conoscenti e parenti.

Ho speso tantissime domeniche al centro commerciale per aiutare qualcuno nell’acquisto del computer nuovo. 
Quel computer che poi lo devi pure montare e configurare!
Ore e ore passate al telefono per consulenze.
E se poi quel portatile che gli hai consigliato ha qualche problema? Non chiamano l’assistenza. No, chiamano te!
Io possedevo stuoli di persone che mi telefonavano per risolvere i loro problemi informatici o per semplici dubbi.
Tutto gratis è ovvio: sono amici!
E poi NON ci sono solo i problemi del computer: ci sono quelli della posta elettronica, quelli dei siti internet e di tantissimi altri rami.
Certo, perché se sei un programmatore devi assolutamente conoscere la procedura di iscrizione all’albo telematica di un minatore svizzero.
Non puoi non conoscere quella o quest’altra situazione.
Devi essere un tuttologo del settore, sapere di tutto: dai videogiochi all'aspirapolvere (sempre elettricità c'è).
Devi aiutare chiunque a fare e pubblicare il volantino per le lezioni private.
Hanno preso un virus? Tu, sai sicuramente come lo si risolve e sicuramente conosci chi lo ha prodotto.
Gli hanno “ciullato” i soldi dalla carta di credito? Tu devi sapere sicuramente chi è stato e come fare a recuperarli.
Poi, inizi a materializzare una grandiosa idea: inizi a commercializzare computer usati e componentistica per guadagnarci quantomeno la pizza.
Risultato ? è andato persino peggio.
Chi comprava da te anche un solo prodotto da soli dieci euro diventava il tuo padrone a vita.
Essendo tuo amico era automaticamente autorizzato a chiamarti sempre: di notte e di giorno.
E non solo amici o parenti: anche amici di amici!
Non parliamo poi della comitiva: c’è sempre quel documento che deve essere consegnato il giorno dopo.
Il documento da cui dipende il posto di lavoro del tuo amico che non ha mai visto Excel
E non ti rischiare a dare un parere negativo nella risoluzione di un problema: poco dopo ti richiama!
Si, perché nel frattempo ha sentito un altro parere di uno sicuramente più bravo di te che gli dà una soluzione fantasiosa e che tu NON devi contraddire!

Finalmente sei cresciuto

Finalmente c’è quella mattina che ti svegli dal torpore.
Dopo anni di favori gratuiti e tempo bruciato nel nulla, capisci che è venuto il momento di cambiare registro!
Inizi a cercare di liberarti di queste zecche; alcune però sono resistenti anche al più potente antibiotico.

E poi, ti avesse mai aiutato qualcuno di questi amici quando ne avevi di bisogno…
Quando dovevi svuotare il garage improvvisamente avevi solo amici col mal di schiena.
Quando avevi un emergenza e dovevi evitare la fila al comune, quel tuo amico è stato improvvisamente trasferito.
Non parliamo poi se hai un problema medico.
Se ti rivolgi a lui troverai la sufficienza fatta persona che però si è adesso sdebitata per tutti gli anni del tuo lavoro!
Insomma, quando inizierai a prendere le distanze dai falsi amici potrai iniziare a definirti un professionista.
A me ne sono rimasti solo due.
Due davvero tenaci.
Due che ignorano qualsiasi rifiuto fai.
Uno zio e un amico di un parente.
Tra l’altro, mi avessero mai chiamato per farmi gli auguri di natale…
Poi nell’album delle figurine ho anche una rara eccezione.
Ho un cognato con cui sentiamo abbondantemente per problemi informatici, ma lui, a differenza di altri quando chiamo si fa in quattro…

Da oggi sei un esperto

Alzando ancora il livello di guardia non bisogna solo cacciare gli scrocconi.
Quando sei diventato davvero bravo, bisogna anche proteggersi per il futuro!
Sei in palestra e conosci qualcuno?
Ti pongono la fatidica domanda? “tu di cosa ti occupi?”
Non cedere!
La risposta in questi casi va sempre generalizzata…
“Io faccio l’impiegato” – STOP!
A volte trovi anche quelli con l’istinto del segugio.
Se azzardano nel chiederti cosa fai nello specifico, NON farlo, segui il mio consiglio: non lo dire!
Quello che risponderai adesso sarà usato contro di te per sempre!
Io oramai rispondo: << il tecnocrate >>
ed se vedo cenni di incertezze nel volto del mio interlocutore aggiungo:
<< Creo procedure standardizzate per il bilanciamento del carico delle infrastrutture di rete. >>
E se qualcuno ti chiede in quale azienda lavori?
Rispondi genericamente una qualsiasi altra macro azienda. Tipo lavoro per una consociata del gruppo Hoyes.
Sfido chiunque a domandarti un favore con queste credenziali.

Anzi, vedrai che di li a poco non ti saluterà nemmeno.

E che c'entra Francesco?

C'entra, c'entra...
Due anni fa è morta la mia mitica videocamera Sony Handycam e dopo svariate peripezie mi sono deciso a comprarne un'altra.
Guardo nei vari centri commerciali e la potenziale sostituta costava poco meno di duecento euro.
Passa il tempo e le due cento euro mancavano sempre al bilancio familiare.
Però il tempo passava anche per gli eventi che non filmavo...
Cosa faccio allora? Guardo nel mercato dell'usato e cosa trovo?
"Usata pochissimo sei mesi di vita, come nuova". 
La videocamera che volevo comprare...
Perfetto, mi metto in contatto con il tipo e dopo diversi tira e molla ci accordiamo per 100 Euro.
Ci scambiamo i dati, affare quasi concluso: incontro fissato il giorno dopo a casa sua.

E ci incontrammo...

Il giorno dopo mi addentro in una specie di circuito alle pendici dell' Etna e grazie a Google Maps trovo lo stradone.
Tutto buio, è sera, nessuna luce, solo i fari della mia auto.
Ecco che esce fuori Francesco.
Mi presenta la videocamera che appare essere perfetta.
Inizia a parlare a ruota libera dicendo che l'aveva comprata per fare un lavoro perché lui è un programmatore ha fatto questo, quell'altro, etc.

Penso tra me e me... sei un programmatore e lo dici apertamente ? 
Caro, tu sei sicuramente un dilettantino... non c'è altra spiegazione.
Dato che aveva già scoperto le carte in tavola ad un certo punto non so come mi domanda: << ma non sarai anche tu un programmatore? >>
Ovviamente rispondo di si. Lui è sicuramente innocuo, non può telefonarmi la domenica...
Insomma, ci salutiamo e lo "bollo" inequivocabile come un dilettante allo sbaraglio!
Un tipino che realizza "siterelli" e che si sente un'astronauta...

Errore colossale ci fu!

Il caso ha voluto che dopo un'annetto Francesco è stato il tutor di un corso avanzatissimo che ho seguito presso l'azienda dove lavoro.
Ho partecipato alle sue lezioni e sin dai primi minuti ho scoperto che è un'astronauta del campo...
Ha una preparazione estrema, sveglio, ottimo programmatore, ottimo talker oltreché uno straordinario mattatore.
Nel mio caso ha tenuto un corso su Typescript ed Angular che sono due tecnologie che oggi vanno per la maggiore.

Scavando scavando ho scoperto che è anche un volontario (mentore) di Code Dojo, che organizza meeting, etc. etc. etc.
Presente come blogger per tantissime testate note (come htm5today, etc.) ed è
sempre aggiornatissimo...

Una caratteristiche che mi ha colpito di lui è quella non si atteggia a guru del settore.
Conosce tanti argomenti, sa di essere preparato, ma come tutti gli esperti del settore sa che la programmazione è infinita. Non si può conoscere ogni dettaglio...pertanto è carino sentirgli dire di tanto in tanto frasi umane tipo << beh, non ne ho idea o non mi ricordo >>.
Insomma, svolge una vita votata alla programmazione e alla musica rock...in due parole è un grande!

La cosa più singolare che mi ricorderà di lui è il cosiddetto "loader" ovvero un verso che ogni emette. 
E' una musichetta che ogni tanto gli viene naturale fare: "du-du-du-du".
Gli serve per prendere tempo quando prepara qualcosa...hai presente la clessidra di Windows? Ecco, ci siamo capiti.

Caro il mio lettore capirai quale rospo ho dovuto ingoiare quando ho messo a fuoco l'errore di valutazione che clamorosamente avevo fatto su Francesco
Mi sono sentito la sufficienza fatta persona.
Amen, come si dice da noi "sono stato precipitoso"...

Dimenticavo, se volete avere maggiori informazioni su Francesco eccolo qui.


Saluti e alla prossima, il tuo blogger preferito, Salvo Maugeri

Commenti

Post popolari in questo blog

Trattoria Da Nino - Dresda

Cos'è la qualità della vita ?

Denaro elettronico, esiste oppure no ?