Mezzi di trasporto a Catania

Facciamo il punto?

Esperienze personali.
Chiacchiere da bar su cosa non funziona e perché ...



Qualche settimana fa ho generosamente attribuito un dieci e lode ai servizi di trasporto di altre città Europee
Sono rimasto davvero incantato dalla loro capillarità e puntualità.

A dirla tutta, ho anche bacchettato il servizio di trasporto della mia città. Sì, di Catania!




Smaltiti i fumi...della vacanza, mi sono chiesto se non sia stato troppo duro nei confronti dei nostri concittadini: ho emesso una sentenza affrettata ?
Per sciogliere il dubbio, non ci resta che fare il punto della situazione!

Tengo a precisare

E' ovvio che tutti desideriamo dei mezzi pubblici ultra efficienti.
E' ovvio che, se sto parlando di questo tema, è perché ci sono oggettivamente dei problemi.
Sia chiaro, le mie lagnanze non sono dirette verso il personale, ci mancherebbe!
Non mi permetterei mai di criticare chi va puntualmente a lavorare tutti i giorni.
Le mie lagnanze vertono su problemi strutturali che elencherò di seguito.

Premessa

L'azienda dei trasporti prevalente si chiama AMT.
Essa basa il suo servizio esclusivo su gomma.
Da qualche anno, grazie a FCE, è in funzione anche la metropolitana.Purtroppo non copre ancora l'intera città.
Non sono presenti i TRAM.


Parliamo della mia esperienza

Per muovere delle critiche bisogna partire da qualcosa di oggettivo.
Pertanto, partirò proprio dai miei esempi.

Caso A) Scendo in centro, di sabato, col bus.
Io abito vicino ad un parcheggio scambiatore. Esso si trova in prossimità di una delle porte di Catania (Nord).
Per questa ragione spesso scendo in centro con il BRT.
Questa linea è meravigliosa!
E' presente un ampio parcheggio per l'auto o i motorini.
I mezzi partono in continuazione: ogni dieci o venti minuti
I bus (per buona parte del tratto) in questo caso viaggiano in una corsia preferenziale e procedono spediti.
Tutte le volte che mi trovo a dover scendere in centro (Via Etnea) in pochi minuti sono già li.

Caso B) L'anno scorso sono rimasto in panne con l'auto. Non mi sono arreso: al mare col bus.
In considerazione del fatto che il BRT è una linea modello, mi aspetto che negli ultimi vent'anni anche la linea per giungere al mare sarà stata perfezionata: nulla di più sbagliato!
La linea "D" è paragonabile a carri per il trasporto bestiame.
La domenica (giorno in cui siamo andati) questo bus passa raramente.
Per poterla raggiungere (la linea D) bisogna raccordarsi con altre linee che passano anche queste raramente...
In pratica metà del tragitto lo abbiamo fatto a piedi.
Caldo tremendo all'interno. Quasi impossibile respirare!
Pienissimo, puzza, tragitto a passo d'uomo. Poco spazio, ci sono troppi extracomunitari che trasportano vere e proprie bancarelle.
Poi per il ritorno non ne parliamo: siamo stati sotto il sole di luglio ad aspettare quasi un'ora.

Caso C) Ho deciso: vado al lavoro col bus.
Io lavoro a meno di tre chilometri da casa.
Ho provato una volta ad inerpicarmi in questo tragitto col bus, ed è pressoché impossibile.
Devo prendere un primo bus per scendere in centro.
Devo prendere un secondo bus per arrivare al capolinea.
Qui posso scegliere due linee.
In buona sostanza parliamo di un'ora di tragitto a fronte di sette minuti con il mio motorino...non aggiungo altro.


Tiriamo le somme

Insomma, se devo andare in centro tutto funziona (da casa mia).
In altri casi ci sono sempre problemi, ritardi, lunghe attese o troppi scambi.



Ora cerchiamo le cause

La Metropolitana è ancora insufficiente per coprire l'intero fabbisogno.
I ritardi nella costruzione sono dovuti a tantissime ragioni.
Voglio però spezzare una lancia a favore delle amministrazioni che hanno curato questo progetto: Catania si erge sulla pietra lavica.

Un chilometro di metropolitana di Catania non è la stessa cosa dello stesso tratto a Roma.



Secondo problema: il traffico
Un altro problema dei mezzi pubblici di Catania è il traffico.
Troppe auto: troppo difficile svicolare.
Parafrasando Jonny Stecchino: << E' un traffico tentacolare, vorticoso, che ci impedisce di vivere...>>


Terzo problema: conformazione della Città
Un altro problema da non sottovalutare consiste nel fatto che per un lato Catania è bagnata dal Mar Jonio.
No, non è uno scherzo.
Se ci pensate bene una parte della città è praticamente murata da un lato.
Non avendo via di fuga dal lato del mare, c'è un addensamento maggiore di autovetture rispetto alle altre città.


Quarto problema: troppi lavori
Catania è particolarmente nota per avere un numero estremo di cantieri sempre aperti in tutte le arterie della città (soprattutto la circonvallazione).
Per questa ragione si forma traffico che si aggiunge a quello normale...


Quinto problema: non tutti pagano il biglietto
Ovviamente se ci sono pochi che pagano il conto, ci sono meno risorse per aggiungere mezzi e linee.
Questo però è un circolo vizioso...
Se pochi paganti usano i mezzi ci sono pochi soldi.
Se ci sono pochi soldi non si può investire.
Se non si investe nel potenziamento, non si aggiungono altri utenti al servizio...
Se ci sono pochi soldi: c'è poco personale!


Spezziamo una lancia in favore del servizio di trasporto
Ho guardato il sito web, e le tariffe per viaggiare sono alla portata di tutti.
Manca però la copertura delle linee...alla fine devo usare auto o motorino.

C'è poco da fare, per il momento il bus va bene per muoversi in centro, solo li!




Saluti e alla prossima, il vostro blogger preferito, Salvo Maugeri



Nota Bene: se ritieni che il mio articolo sia inesatto e/o incompleto contattami. Ragioniamoci assieme e, se è il caso lo revisioniamo. La mia è un'opinione non finalizzata a produrre cattiva pubblicità gratuita.

Commenti

Post popolari in questo blog

Trattoria Da Nino - Dresda

Cos'è la qualità della vita ?

Denaro elettronico, esiste oppure no ?